Merluzzo surgelato al cartoccio: tante idee per prepararlo
Cucina e cultura

Merluzzo surgelato al cartoccio: tante idee per prepararlo

Un’armonia di sapori salutare e irresistibile: il merluzzo al cartoccio è perfetto per stupire gli ospiti con un assicurato effetto wow. Scopriamo come cucinarlo anche con le verdure!

Le ricette del merluzzo surgelato al cartoccio meriterebbero un libro dedicato tanto sono numerose e gustose. Questa preparazione, con qualche accorgimento, può dare molta soddisfazione senza richiedere una grande manualità in cucina. Per l’utilizzo del calore e l’intensità dei sapori, si considera quello al cartoccio un sistema di cottura similare a quello al vapore. Infatti, entrambi permettono di realizzare piatti leggeri e preservare al meglio i nutrienti dei diversi ingredienti. E poi, un aspetto che sicuramente rimane impresso, è quello estetico del piatto: l’involucro può essere servito ancora chiuso, per poi essere aperto in tavola con un effetto sorpresa arricchito di stuzzicanti profumi.

Ecco alcune idee per preparare il merluzzo al cartoccio accompagnato a piacere da patate, pomodorini e altre verdure, perfette anche per la stagione estiva!

Cosa si intende per “cottura al cartoccio”

La “cottura al cartoccio” si ottiene avvolgendo una pietanza in un foglio di materiale adatto alle alte temperature. Il tutto viene poi messo in forno e “spacchettato” a preparazione ultimata. Si possono cuocere con questa tecnica culinaria pesce, verdure e carne. Un notevole vantaggio di questo metodo è che i liquidi del cibo restano all’interno, motivo per cui sono necessari pochissimi, o addirittura zero, grassi.
Un altro aspetto molto amato è l’intensità dei sapori: il calore si concentra all’interno, mantenendo inalterate le proprietà dei cibi e creando un’armonia di sapori. Come si prepara? Il cibo viene messo all’interno di un foglio di carta da forno, di alluminio o di carta fata. Si arrotolano e chiudono i lembi del foglio, per poi passare alla cottura in forno oppure sotto alla brace del barbecue. Basta attendere il tempo necessario affinché la cottura sia completata ed è fatta!

Come è nata la cottura al cartoccio?

L’idea di avvolgere una pietanza in un involucro ha una storia “condita” di romanticismo e tanta dolcezza! Si dice che il termine “cartoccio” derivi da un dessert di origini francesi, il papillote. La sua prima comparsa a tavola si data alla fine del XVIII secolo a Lione, nel quartiere Terreaux. Si racconta che a quel tempo ci fosse un giovane apprendista impiegato presso la pasticceria di Mr. Papillote e  che il ragazzo avesse mandato un messaggio alla persona di cui era innamorato, nascondendolo all’interno di un dolcetto avvolto in un incarto, per non essere scoperto dal suo maestro. Nacquero così i famosi papillotes.

Nei secoli successivi in tutto il mondo il “cartoccio” ha conquistato non solo la pasticceria, ma anche la gastronomia, ed è diventato un metodo di cottura tra i più apprezzati.

In forno le idee!

Una classica preparazione che preferisce una veloce cottura in forno è il merluzzo al cartoccio con patate, spesso modificato in versione estiva come nel merluzzo al cartoccio con pomodorini. Patate e pomodorini possono anche essere abbinati insieme in un’unica ricetta, avendo cura di tagliare le patate sottili per uniformare i tempi. Crea uno strato di patate sopra un foglio di carta da forno, poni i Cuori di Filetto di Merluzzo Sudafricano Orogel, finisci con un altro strato di patate e completa con i pomodorini insaporiti di spezie e sale prima di chiudere e infornare per 25-30 minuti.

Suggerimenti altrettanto sfiziosi e salutari sono i filetti di merluzzo con Zucchine a fette Orogel, con Peperoni arrosto Orogel e tutte le verdure che preferisci per un piatto nutriente ed estivo.

I segreti del cartoccio

Anche in un metodo semplice come quello al cartoccio, conoscere alcuni trucchi è sempre utile! Per prima cosa, occorre scegliere il materiale più adatto. La carta da forno ha diversi vantaggi: permette di essere piegata senza aderire al cibo, così che l’aria possa circolare all’interno e distribuire il calore in modo uniforme. Inoltre, in forno acquista un aspetto dorato gradevole alla vista e che aiuta a capire il grado di cottura. Se invece si preferisce utilizzare la brace per questa preparazione, l’alluminio è una scelta (quasi) obbligata, per ottenere una cottura più omogenea. Infine, la carta fata è una proposta attualmente molto in auge, perfetta se si hanno più preparazioni da tenere sotto controllo e se si conoscono le tempistiche necessarie per ogni pietanza. Indispensabile è anche l’equilibrio tra gli ingredienti: occorre considerare che ogni parte del cartoccio viene sottoposto alla stessa temperatura e per lo stesso tempo di cottura.

Hai mai preparato il merluzzo surgelato al cartoccio? Segui i nostri consigli per un’estate da grande chef!

A newsletter to suit everybody's fancy and appetite

Discover Orogel’s natural wholesomeness

Plenty of recipes, insights and tips to taste the natural wholesomeness of our products.

Register